Coppa Uefa: Vola il Monevi. Solo 2 goals nella giornata, Berriola: “la qualità della competizione non è bassa”.

E’ il Monevi la protagonista assoluta della II Coppa Uefa dopo 3 giornate. L’ undici luefense coglie il suo terzo successo in altrettante uscite e mette una seria ipoteca sullla propria qualificazione al secondo turno. Gruppo A all’ insegna dello spettacolo e dei goals: zero in due partite (2 in tutta la giornata di Coppa Uefa). Le due uniche reti vengono segnate nel raggruppamento B e valgono i 3 punti a Monevi e Reggina che si portano ai primi due posti della classifica. Berriola si affretta a replicare ai detrattori della competizione: “Il livello non è basso, le squadre sono sostanzialmente equilibrate e tendono ad annullarsi”, tuttavia a Nyon c’è chi vuole già la sua testa.

GRUPPO A

Due incontri due pareggi a reti inviolate. Ba7ino, Balls, Inter e FC Bros giocano a non farsi male e ad approfittarne è il Fantapikkio che malgrado il turno di riposo non vede nessuno fuggire. Con tutte le squadre racchiuse in due punti l’ equilibrio è totale e per il passaggio del turno cogliere anche solo un successo esterno potrebbe fondamentale.

BA7INO – BALLS   0-0
Ba7ino
: Julio Cesar 6; Maicon sv (Ziegler 4), Criscito 7, Bocchetti 6,5, Chivu 4,5; Cambiasso 6, Zapater sv (De Rossi e Felipe Melo sv), Vargas 6,5, Diego 6; Barreto 5, Balotelli sv (Pellissier 5,5) – (a disposizione: Marchetti, Talamonti, Pepe) – fattore campo 2 – TOTALE 58,5 
Balls:
De Sanctis 5; F.Cannavaro 4,5, De Ceglie sv (Moras 6), Silvestre 6; Inler 6,5, Palombo 5, Santana 5,5, Matuzalem 5,5; Cassano 5,5, Di Natale 10,5, Menez 4,5 – (a disposizione: Iezzo, Andreolli, Pastore, Biabiany, Jeda, Arnautovc) – TOTALE 64,5

INTER – FC BROS   0-0
Inter:
Muslera 6; Raggi sv (Ziegler 3,5), Bocchetti 6,5, Bianco 5,5; Fini 5, Biondini 6,5, Palombo 5, Doni 6; Di Vaio 5, Tiribocchi 5, C.Lucarelli 5 – (a disposizione: Bizzarri, Talamonti, Dessena, Thiago Motta, Zalayeta, Jeda) – Fattore Campo 2 – TOTALE 61
FC Bros
: Gillet 4,5; Chivu 5, Del Grosso 5, Balzaretti 5,5; Bresciano 5,5, Seedorf 6, Abate 6, Thiago Motta 6,5; Pellissier 5,5, Matri 10, Mascara 5 – (a disposizione: Mirante, Zenoni, De Ceglie, Dessena, Del Piero, Morimoto) – TOTALE 64,5

Classifica: Ba7ino 4 Fantapikkio, Balls 3 Inter, FC Bros 2

GRUPPO B

Fuga del Monevi dopo l’ 1-0 rifilato a domicilio all’ Airi 1906. La Reggina coglie il primo successo di una settembrinica in Uefa battendo in trasferta il Barcelona al Camp Nou (impresa che ahimè ad una italiana può succedere solo al fantacalcio). Gli amaranto sono così al secondo posto nel girone.

AIRI – MONEVI   0-1
Airi 1906:
Castellazzi 4; Maicon sv (Potenza sv), Nesta 6, Zauri sv (Santon sv), Cassani 6; Doni 6, Marcolini 6, D’Agostino 6; Cruz sv (Maccarone 5), Pato 4,5, Gilardino 7 – (a disposizione: Fiorillo, Barone, Mancini, Balotelli) – fattore campo 2 – TOTALE 52,5
Monevi:
Marchetti 7; Ranocchia 5,5, Kjaer 6, Moretti 6,5; Hamsyk 6, Diego 6, Thiago Motta 6,5, Marcolini 6; Floro Flores 9,5, Crespo sv (Barreto 5), Pato 4,5 – (a disposizione: Lupatelli, Diakitè, Coda, Gargano, Brocchi, Nenè) – TOTALE 68,5

BARCELONA – REGGINA   0-1
Barcelona:
Handanovic 6,5; De Silvestri sv (Bellusci 5,5), Lucio 6, Samuel 5,5, Zauri sv (Felipe sv); Palombo 5, Sissoko 5, Thiago Motta 6,5; Jeda 5,5, Zarate 6, Amauri 5 – (a disposizione: De Sanctis, P.Ledesma, Sneijder, Palacio, Osvaldo) – fattore campo 2 – TOTALE 58,5
Reggina:
Handanovic 6,5; Cassani 6, Chivu 5, Criscito 7, Bellini 4,5; Stankovic 7, Inler 6,5, Seedorf 6, Lazzari 6; Gilardino 7, Miccoli 5 – (a disposizione: Belardi, A.Lucarelli, Portanova, Pinzi, Gargano, Abbruscato, Balotelli) – TOTALE 66,5

Classifica: Monevi 9 Reggina 3 Olympic Saddoni 2 Barcelona, Airi 1

dicembre 1, 2009 at 2:24 pm 1 commento

Torino tra luci ed ombre in terra di toscana

E’ stato un Torino altalenante quello che ha coltp una vittoria ed una sonora sconfitta nella doppia trasferta in toscana di settimana scorsa.

Dopo 3 vittorie di fila nel FantaSettembrini il Torino si presentava alla difficile trasferta di Livorno senz’ altro non come favorita ma con legittime ambizioni di strappare un risultato utile. Buone notizie venivano anche dall’ infermeria che man mano andava svuotandosi, i granata infatti seppur dovevano far fronte alla cronica assenza di Daniele De Rossi vedevano i recuperi, seppur non al cento per cento, di Cambiasso, Floro Flores e Biabiany tuttavia tutti e tre lasciati precauzionalmente in panchina.

Varato così il 4-3-3 con Julio Cesar tra i pali, Mesto e Kolarov sulle corsie laterali di difesa e la coppia centrale Mexes-Chiellini. A centrocampo Foggia sulla fascia destra, Pirlo ad impostare al centro e Lodi come vice-De Rossi a sinistra. In attacco Sergio Floccari al centro con Palladino e Palacio esterni.

Per il Livorno 3-4-1-2 con Julio Sergio in porta e Campagnaro, Gastaldello e Mantovani centrali. Ferreira Pinto sulla destra viene presto sostituito da Zaccardo, Cigarini e Hamsyk fungono da coppia centrale di centrocampo e Bresciano da ala sinistra. In attacco Cassano suggerisce per la coppia d’ oro Pazzini-Milito.

L’ incontro è senza storia con gli amaranto che dominano per tutto il corso dei novanta minuti mostrando la fragilità della difesa del Torino, la peggiore della lega. Milito segna l’ uno a zero presto imitato da Pazzini e Mantovani. Il Livorno vince con merito e rilancia le proprie ambizioni di scudetto. Il Torino esce con le ossa rotte ma non ridimensionato in un torneo che si prevedeva difficile per la giovane rosa di Erriquenz ma che vede i granata staccati ancora di soli tre punti dall’ obiettivo minimo stagionale della qualificazione Uefa.

Il riscatto del Toro era così atteso per la sfida di mercoledì contro il Commodore Siena. I granata, si sà, quando giocano in Europa si trasformano. 3-4-3 per Rui Costa con Julio Cesar, Mexes, Chiellini e Kolarov in difesa. Palladino, Cambiasso, Foggia e Mesto a centrocampo. Floccari, Palacio e Granoche (sostituito da Floro Flores) in attacco.

Commodore Siena con modulo speculare. Sebastian Frey difende i pali protetti da Dainelli, Comotto e Ficagna in difesa. Vargas, Galloppa, Fini e Vergassola a centrocampo supportano il tridente composto da Lavezzi, Lucarelli ed Eto’o.

Le squadre badano a non farsi male con l’ intento di portare a casa un punto importantissimo per entrambe. Tuttavia il risultato si sblocca con una azione corale finalizzata dall’ inserimento di Cambiasso.

Una vittoria importantissima che proietta il Torino, a punteggio pieno (6 punti), in testa al gruppo D. Commodore Siena e AC Eto (vincitrice sulla Fioretta 1-0) inseguono a 3 punti mentre appare difficile dopo due sconfitte la situazione proprio della Fioretta ferma al palo. La doppia sfida tra Torino e AC Eto (con i granata che giocheranno in casa la prima) potrebbe così già decidere le sorti del girone.

 

novembre 27, 2009 at 2:29 pm Lascia un commento

Il processo di Nino Lacidogna (ep.1)

Il primo episodio de “Il processo di Nino Lacidogna”, la rubrica che riassume i temi della giornata della massima divisione fantasettembrinica tenuta dal fine cronista sportivo Nino Lacidogna (si si proprio quello che ha fatto 0-0 in coppa uefa contro un avversario che non ha dato la formazione).

XIII GIORNATA
La Sampdoria non si ferma, batte il Palermo 1-0, e mantiene il vantaggio di +4 sulla seconda, il Livorno di Pietanza che vince contro il Torino. Stop per la Fiorentina che si allontana dalla vetta, tornano a vincere Inter, Milan e Reggina che si riportano in zona Uefa. Ennesima sconfitta per Parma e Napoli.  

Inter-Fiorentina 2-0
Una bella vittoria dei nerazzurri di fronte al pubblico di casa interrompe la scia negativa di quattro sconfitte consecutive. Le reti di Tiribocchi e Jeda, ispirati dall’ottimo Thiago Motta, non danno scampo ai viola in cui gli sforzi di Galloppa e Candreva a centrocampo non bastano ad innescare il tridente Amauri-Del Piero-Barreto, oggi particolarmente sotto tono. 
Per l’Inter una prestazione finalmente maiuscola: ottimo Consigli, ottimi Zalayeta, Matri e Lucarelli (in rete tutti e tre ma lasciati tra panchina e tribuna). Unico neo, l’opaca prestazione di Di Vaio, il solo sotto la sufficienza in tutto il parco attaccanti. Forse il bomber non dovrebbe essere più un intoccabile nel gruppo di Coseno.
La Fiorentina da qualche turno accusa qualche problema di troppo in zona offensiva: gli infortuni di Di Natale, un Amauri di nuovo a digiuno da gol, Barreto e Meggiorini che sembrano non essersi ancora ambientati alla Serie A. In compenso c’è il rientro di Del Piero che – seppure con una prova sotto la sufficienza – fa ben sperare per il futuro dei viola.

Livorno-Torino 3-0
I toscani non vogliono perdere il contatto con la vetta e la prova di oggi l’ha dimostrato. Messo alle spalle il 4-1 subito a Milano, la squadra di Pietanza ha messo in campo una prestazione senza sbavature agevolata da un Torino apparso scarico e con poche idee. Ad orchestrare il successo amaranto il ritrovato Fantantonio Cassano. Se gira lui gira tutta la squadra  o – quanto meno – girano a mille i compagni di reparto: ed ecco che il gemello Pazzini (doppietta) e il Principe Milito innescati a dovere calano il tris.
Il tridente del Torino fa il suo dovere ma il centrocampo non aiuta (tra l’altro si rivela errata la scelta di lasciare in panchina capitan Cambiasso e la sua rete), ma soprattutto di fronte c’è uno strepitoso Julio Sergio che oggi vince il duello con il connazionale Julio Cesar. Per i granata uno stop che interrompe la bella scia positiva di 3 risultati utili consecutivi e che regala alla squadra di Rui Costa il poco invidiabile record di difesa più battuta del campionato con ben 21 reti al passivo (a fronte delle 18 reti segnate).

Parma-Milan 1-2
E sono otto. Continua inesorabilmente ad allungarsi il numero di giornate senza vittoria per la detentrice dello scudetto che anche in questa sfida casalinga non riesce a regalare l’acuto che serve per recuperare una classifica che si fa davvero difficile. Non si può dimenticare anche il numero elevatissimo di reti subite: 19 in totale, di cui 2 oggi ad opera di uno strepitoso Francesco Totti. Inutile la rete del gialloblu Bojinov né l’ottima prova di Grosso e Zanetti. Penalizzante è – per l’ennesima volta – la prova dell’estremo difensore e di una difesa non impenetrabile.
Il Milan espugna il Tardini grazie al ritrovato Totti che ispira Pato e Vucinic, giocatori pienamente recuperati dopo l’inizio di stagione deludente. Per fortuna la partita giocata a trazione anteriore fa dimenticare la brutta prestazione del pacchetto difensivo che ha rischiato di annullare quanto di buono costruito d’avanti. I rossoneri riagguantano il Torino e si portano a soli 3 punti dalla zona Uefa.

Reggina-Napoli 3-0
Uno strepitoso Gilardino (doppietta) ed un geniale Seedorf stendono il Napoli che viene annullato e superato in classifica dai calabresi. Nonostante a centrocampo Inler e Gargano perdano il duello con il pacchetto azzurro, e nonostante Miccoli non sia in giornata, la squadra di Magnifico può puntare sulla forma del suo bomber e del trequartista olandese, nonché sul volitivo Criscito. Il tutto raggiunto pur lasciando in panchina le reti di Balotelli e Lazzarri…
Il Napoli vive la seconda sconfitta consecutiva, ma non gioca male. Anzi, Borriello finalmente è un bomber ritrovato e lo dimostra con una prestazione superlativa. Il resto della squadra oggi gioca per lui pur senza nessun acuto. La sconfitta ha, però, tre nomi: Gillet, perforato senza pietà dagli attaccanti calabresi; la follia di Maicon, che litiga con l’arbitro e si fa cacciare; infine Quagliarella, il colpo di mercato partenopeo che ancora una volta non incide, non segna, non stupisce. Che sia scarsa forma fisica, un problema di testa o di schema, starà a Masaniello capirlo e risolverlo. Per non veder pregiudicata una, finora, ottima stagione partenopea.

Sampdoria-Palermo 1-0
Oggi è il giorno di Ronaldinho: gol e invenzioni ed il Palermo è battuto. Vittoria di misura per la capolista contro i rosanero che pagano le prove sotto la sufficienza  di Pastore, Mannini, Frey e soprattutto Paolucci, che sbaglia il rigore che poteva valere il pareggio. I padroni di casa fanno, anche questa volta, il minimo indispensabile e gli va bene: Santana e Marcolini superano la sufficienza, il resto del gruppo fa l’ordinario. C’è da dire che in panchina restano i gol di Acquafresca e di Pulzetti. La capolista intanto vede il vuoto dietro di se e si gode il primato, forte (non ci stancheremo di ripeterlo ma è la verità) di un ottimo attacco ma anche di questa difesa impenetrabile: solo 8 gol al passivo. Chiedere al Torino cosa ne pensi.
Il Palermo oggi avrebbe meritato qualcosa in più. Per l’impegno di Lanzafame e Panucci, e per quel Martinez lasciato colpevolmente in panchina. Per il resto il presidente Foggetti dovrà stare attento a tutti quei SV di panchina e tribuna: pochi ricambi e poche alternative potrebbero giocare un brutto scherzo alle aspirazioni dei siciliani.

classifica: Sampdoria 27 Livorno 23 Palermo 21 Fiorentina 20 Reggina 19 Napoli 18 Inter 16 Torino e Milan 15 Parma 7

novembre 27, 2009 at 12:30 pm Lascia un commento

Coppa dei Campioni – seconda giornata

Gruppo A
Livorno (SET) – Palma (LUE)   1-1
FC Tuma (TDC) – Compagni di Merende (VDC)   5-3
classifica: Palma 4 FC Tuma e Compagni di Merende 3 Livorno 1

Gruppo B
Luchese (TDC) – Frau Blucher (VDC)   1-1
Cccp (128) – Parma (SET)   0-1
classifica: Frau Blucher e Luchese 4 Parma 3 Cccp 0

Gruppo C
Sampdoria (SET) – Milan (SET)   1-3
AS Bari (128) – Scit (LUE)   0-5
classifica: Milan 6 Sampdoria e Scit 3 AS Bari 0

Gruppo D
Commodore Siena (VDC) – Torino (SET)   0-1
Fioretta (LUE) – AC Eto (TDC   0-1
classifica: Torino 6 Commodore e AC Eto 3 Fioretta 0

novembre 27, 2009 at 12:19 pm 1 commento

Per il Torino doppia trasferta in terra di Toscana

Il Torino quest’ anno è una squadra giudiziosa e molto attenta al bilancio dopo le spese folli delle scorse stagioni che hanno prodotto come risultato soltanto una Coppa Italia, un secondo posto in campionato e una semifinale in Coppa dei Campioni.

Così Erriquenz per risparmiare in vista della doppia trasferta in Toscana che vedrà impegnati i granata nel prossimo weekend farà viaggiare giocatori e staff a bordo di treni regionali e ha prenotato un ostello della gioventù nella valle del Chianti dove i giocatori, in caso di risultati positivi, avranno diritto di sbronzarsi nella nottata di martedì.

Unico esentato il portiere Francesco Toldo che nell’ ostello della gioventù, per questioni anagrafiche proprio non ci poteva entrare.

Reduci da 4 vittorie consecutive (3 in campionato ed una nel debutto europeo) i piemontesi hanno riscattatato la partenza ad handicap di questa stagione ed hanno portato ad 8 i punti di vantaggio sulla zona retrocessione e sul derelitto Parma.

E’ importante uscire imbattuti dal doppio confronto con i favoriti per il titolo del Settembrini, Livorno, e in Coppa col Commodore Siena per dare una nuova spinta propulsiva ad una stagione che non sembra più compromessa.

Buone notizie vengono dall’ infermeria dove sembra pronto ed arruolabile l’ attaccante Antonio Floro Flores (dopo due settimane di stop) e pienamente recuperato il capitano Esteban Cambiasso. Solo Daniele De Rossi è ancora out (per lui rinviato al 2010 l’ appuntamento con le 100 presenze in granata, secondo giocatore di sempre) al suo posto potrebbe giocare Francesco Lodi o essere varato un centrocampo con 3 centrali.

Nella partita Livorno-Torino previsto il classico gemellaggio tra le due tifoserie che condividono la comune fede politica, ma in campo, garantisce il tecnico Rui Costa, non ci saranno sconti di alcun tipo.

Nel segno della sobrietà anche la tradizionale conferenza stampa prepartita che ha visto intervenire il difensore Giorgio Chiellini, match winner in settimana dell’ amichevole della nostra nazionale con la Svezia: “Spero che la sosta per gli impegni delle nazionali non interrompa il trand positivo che ci ha visti ottenere risultati importantissimi nell’ ultimo mese. Abbiamo due trasferte difficilissime ma importanti che potranno dire tanto sul proseguio della nostra stagione”.

Così Giandomenico Mesto: “In questa stagione non abbiamo ancora ottenuto nessun pari (6 vittorie e 7 sconfitte per i granata, ndr), credo tuttavia che uscire imbattuti dal Picchi e dal Franchi non sarebbe un risultato negativo”.

novembre 19, 2009 at 12:16 pm Lascia un commento

Risultati II giornata di Coppa Uefa..

Gruppo A
Fantapikkio (VDC) – Ba7ino (128) 0-1
Balls (LUE)-Inter (SET) 0-0

classifica: Ba7ino, Fantapikkio 3 Balls 2 Inter, Fc Bros 1

Gruppo B
Olympic Saddoni (VDC) – Airi 1906 (TDC) 0-0
Monevi (LUE) – Barcelona (128) 3-0

classifica: Monevi (LUE) 6 Olympic Saddoni (VDC) 2 Barcelona, Airi 1 Reggina 0

note: Ba7ino, FC Bros, Reggina e Airi 1906 una partita in meno. Il risultato dell’ incontro FC Bros-Balls (0-0) è sub judice.

novembre 17, 2009 at 11:15 am Lascia un commento

Risultati prima giornata..

COPPA DEI CAMPIONI

Gruppo A
Palma (LUE)-FC Tuma (TDC) 2-0
Compagni di Merende (VDC)-Livorno (SET) 3-1
Compagni di Merende, Palma 3 Livorno, FC Tuma 0

Gruppo B
Frau Blucher (VDC)-Cccp (128) 2-0
Parma (SET)-Luchese (TDC) 2-3
Frau Blucher, Luchese 3 Parma, Cccp 0

Gruppo C
Milan (SET)-AS Bari (128) 1-0
Scit (LUE)-Sampdoria (SET) 1-2
Sampdoria, Milan 3 Scit, AS Bari 0

Gruppo D
Torino (SET)-Fioretta (LUE) 4-1
AC Eto (TDC)-Commodore Siena (VDC) 0-1
Torino, Commodore Siena 3 AC Eto, Fioretta 0

COPPA UEFA

Gruppo A
Inter (SET)-Fantapikkio (VDC) 1-3
FC Bros (TDC)-Balls (LUE) 0-0 (sub judice)
Fantapikkio 3 FC Bros, Balls 1 Ba7ino, Inter 0

Gruppo B
Barcelona (128)-Olympic Saddoni (VDC) 0-0
Reggina (SET)-Monevi (LUE) 1-2
Monevi 3 Barcelona, Olympic Saddoni 1 Airi, Reggina 0

novembre 6, 2009 at 8:35 pm Lascia un commento

Articoli meno recenti


Categorie

  • LEGHE

  • Feeds